Prima Pagina


Aggredito il giornalista, sei mesi al calciatore
Scritto da GRGS   
Giovedì 22 Marzo 2012 15:23

 La Commissione Disciplinare Nazionale della Federcalcio ha punito con la sanzione (patteggiata) di sei mesi di squalifica il calciatore Antonello Scavone imputato di aver aggredito un giornalista al termine di un allenamento. Si tratta di una conferma importante di un principio già sancito dagli Organi disciplinari del calcio. Questa la pronuncia della Disciplinare. 

 

 

 DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE A CARICO DI: ANTONELLO

SCAVONE (calciatore tesserato per la Società ASD A. Cristofaro Oppido Lucano),

Società ASD A. CRISTOFARO OPPIDO LUCANO • (nota n. 5205/561 pf11-12/AM/ma

del 9.2.2012).

Il Procuratore federale ha deferito, dinanzi, a questa Commissione, il Sig. Antonello

Scavone, calciatore tesserato per la Società ASD A. Cristofaro Oppido Lucano, e

quest’ultima Società per rispondere, rispettivamente:

il sig. Scavonw della violazione dell'art.1,comma1,del C.G.S. per avere al termine di

un allenamento in data 10.01.2012 raggiunto sugli spalti e poi aggredito fisicamente un

giornalista, arrecandogli danni fisici, con il quale il giorno prima aveva avuto un diverbio

verbale sul sito “facebook”, così come succintamente descritto nella parte motiva;

la Società, a norma dell'art.4, comma 2,CGS, a titolo di responsabilità oggettiva per i

comportamenti ascritti al proprio calciatore.

All’inizio della riunione odierna il Sig. Antonello Scavone e la Società Srl, tramite il loro

legale, hanno depositato istanza di applicazione di sanzione ai sensi degli artt. 23 e 24,

CGS;

In proposito, la Commissione ha adottato la seguente ordinanza:

“La Commissione disciplinare nazionale,

rilevato che, prima dell’inizio del dibattimento, il Sig. Antonello Scavone e la Società ASD

A. Cristofaro Oppido Lucano hanno depositato istanza di applicazione di sanzione ai sensi

degli artt. 23 e 24, CGS; [“pena base per il Sig. Antonello Scavone, sanzione della

squalifica di anni 1 (uno), diminuita ai sensi degli artt. 23 e 24, CGS a mesi 6 (sei); pena

base per la Società A. Cristofaro Oppido Lucano, sanzione della dell’ammenda, di €

1.000,00 (€ mille/00), diminuita ai sensi degli artt. 23 e 24, CGS a € 445,00 (€

quattrocentoquarantacinque/00)];

considerato che su tale istanza ha espresso il proprio consenso il Procuratore federale;

visto l’art. 23, comma 1, CGS, secondo il quale i soggetti di cui all’art. 1, comma 1,

possono accordarsi con la Procura federale prima che termini la fase dibattimentale di

primo grado, per chiedere all’Organo giudicante l’applicazione di una sanzione ridotta,

indicandone la specie e la misura;

visto l’art. 23, comma 2, CGS, secondo il quale l’Organo giudicante, se ritiene corretta la

qualificazione dei fatti come formulata dalle parti e congrua la sanzione indicata, ne

dispone l’applicazione con ordinanza non impugnabile, che chiude il procedimento nei

confronti del richiedente;

visto l’art. 24, comma 1, CGS, secondo il quale, in caso di ammissione di responsabilità e

di collaborazione fattiva da parte dei soggetti sottoposti al procedimento disciplinare per la

scoperta o l’accertamento di violazioni regolamentari, gli Organi giudicanti possono ridurre,

su proposta della Procura federale, le sanzioni previste dalla normativa federale ovvero

commutarle in prescrizioni alternative o determinarle in via equitativa;

considerato che la Procura federale ha dedotto l’applicabilità nel caso in esame del

suddetto art. 24, comma 1 CGS, atteso che i suddetti deferiti hanno attivamente

collaborato nella ricostruzione dei fatti dedotti nel deferimento;

rilevato che, nel caso di specie, la qualificazione dei fatti come formulata dalle parti risulta

corretta e le sanzioni indicate risultano congrue,

P.Q.M.

la Commissione disciplinare nazionale dispone l’applicazione delle seguenti sanzioni:

▪ squalifica di mesi 6 (sei) a carico del sig. Antonello Scavone;

▪ammenda di euro 445,00 (euro quattrocentoquarantacinque/00) per la Società ASD

Cristofaro Oppido Lucano;

 Dichiara la chiusura del procedimento nei confronti dei predetti.

 
La scomparsa di Alfonso Liguori
Scritto da Gianfranco Tobia   
Giovedì 15 Marzo 2012 10:28

Un compito ingrato che non avrei mai voluto assumere, ricordare un grande amico appena scomparso.

Faccio fatica a pensare che Alfonso Liguori non ci sia più. Affettuoso, premuroso, sempre disponibile, professionale, era uno di quegli uomini che forse non esistono più.

Lo conobbi tanti anni fa’. Eravamo al Gruppo Romano dell’Ussi e lui era uno dei punti fermi del gruppo dei consiglieri pubblicisti. Legammo subito e diventammo amici.

Con lui partecipammo a tanti Congressi Nazionali dell’Ussi. Era il nostro rappresentante da sempre nella Commissione Verifica Poteri. Conosciuto e stimato dai colleghi di ogni parte d’Italia.

Negli ultimi anni aveva lasciato spazio al figlio Carlo nel Consiglio Direttivo di Ussiroma. Amava ripetere scherzosamente che due Liguori sarebbero stati troppi.

In occasione delle partite che contano ritornava allo Stadio Olimpico dove aveva modo di salutare gli amici di tutta la vita.

Ecco lo voglio ricordare così, sorridente, in Tribuna Stampa assistere attento ad una partita di calcio. Mi sarebbe piaciuto rivederlo in uno di questi momenti felici. Purtroppo, non sarà più possibile. Addio, caro Alfonso!

 
Addio Walter!
Scritto da GRGS   
Giovedì 15 Marzo 2012 08:59

Una notizia terribile che non avremmo mai voluto ascoltare. E’ scomparso Walter Gallone, uno di noi, uno della “vecchia guardia”.

Iniziò la sua bella carriera negli anni ’70 al Corriere dello Sport. Due i suoi grandi amori: il calcio sotto la guida sapiente di Giorgio Tosatti, il ciclismo nel quale fu coinvolto anche a livello di emozioni da Sergio Neri. Nel calcio seguì la Lazio per anni e anni, innamorandosi di questa squadra.

Dopo quasi venti anni nel 1989 cambiò testata passando a “Il Messaggero”, che divenne la sua seconda grande famiglia.

Era andato da poco in pensione. Quando avrebbe potuto godersi tranquillamente la sua bella famiglia se n’è andato per sempre, improvvisamente, lasciandoci senza parole.

E’ stato un bravo giornalista, serio, onesto, uno che si faceva voler bene. Ci mancherà.

 
Giorgio Tosatti, una lezione di giornalismo
Scritto da Gianfranco Tobia   
Venerdì 24 Febbraio 2012 16:45

Una mattinata emozionante. A cinque anni dalla scomparsa, l'Ussi e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana hanno voluto ricordare Giorgio Tosatti con una manifestazione semplice e sincera.

Una manifestazione che, nel corso del suo svolgimento, si è trasformata in un  vero e proprio evento.

Ed è stato bello ricordare il maestro di giornalismo che, nonostante il decorso di qualche anno, è rimasto più che mai nei nostri cuori.

Luigi Ferrajolo, molto commosso, ha voluto separare il ricordo di Tosatti, direttore del Corriere dello Sport e dunque impareggiabile direttore d'orchestra dal Tosatti editorialista del Corriere della Sera ed opinionista televisivo alla Domenica Sportiva, straordinario solista.

Dopo di lui è stato bello ascoltare il ricordo di Franco Carraro, un rapporto vissuto in interminabili conversazioni telefoniche, quello di Alessandro Vocalelli, trasformatosi nel tempo da allievo in direttore del giornale cui Tosatti ha legato la sua grande carriera da giornalista.

Al Corriere dello Sport lo chiamò un altro grande direttore Antonio Ghirelli ed il ricordo di quest'ultimo (impossibilitato a partecipare di persona) è stato letto alla platea da Fiammetta Scimonelli.

Pervaso da grande gratitudine il ricordo di Dino Zoff, esaltato da Tosatti nel suo indimenticabile editoriale nel giorno del Mondiale di calcio 1982, emozionanti le parole di Daniele Dallera e di Jacopo Volpi, testimoni dei momenti indimenticabili vissuti al Corsera ed alla RAI.

Ed è stato piacevole rivedere le immagini di una bella intervista effettuata a Tosatti da Gaspare Barbiellini Amidei.

Dalla platea sono poi arrivati gli omaggi non previsti e per questo ancor più graditi di Giancarlo Abete, Antonello Valentini, Franco Ordine, Antonio Corbo.

Tanti i giornalisti presenti, molti i Tosatti boys (così definiti da Franco Ordine) per una volta tutti uniti, quasi a far ancora parte di una stessa redazione, intorno alla moglie di Giorgio, Ivana, ed ai suoi familiari.

E' stato bellissimo.

 
NUOVO PARCHEGGIO STAMPA ALLO STADIO OLIMPICO
Scritto da GRGS   
Martedì 21 Febbraio 2012 18:38

L'Ufficio Comunicazione e Rapporti Media del CONI comunica che, in funzione della cantierizzazione di alcune aree del Parco del Foro Italico, per effetto dei lavori relativi ai prossimi Internazionali BNL d'Italia, il parcheggio denominato B3 sarà collocato a partire da domenica 26 febbraio 2012- in occasione di Lazio-Fiorentina e fino al 18 marzo - in un'analoga area (denominata B6), immediatamente antistante la vecchia zona di sosta. Il personale in servizio, sia all'inizio di Viale delle Olimpiadi, sia lungo il percorso, al fine di ridurre al minimo i disagi, indicherà ai titolari dei pass auto B3 la nuova collocazione, prevista tra il Centrale del Tennis e l'ex complesso dell'Aula Bunker.

 
«InizioPrec.12345678Succ.Fine»

Pagina 5 di 8
Banner

www.ussiroma.it

Sito Ufficiale del GRUPPO ROMANO GIORNALISTI SPORTIVI 
Comitato di gestione: Jacopo Volpi, Gianfranco Tobia, Mauro De Cesare, Giacomo Carioti 
Sito a cura di Daniele Carioti
 

Avviso ai Soci

Il Consiglio Direttivo di Ussiroma invita tutti i propri associati che non siano ancora in possesso delle nuove tessere nazionali dell’Ussi munite di fotografia di compilare l’allegato modulo in ogni sua parte e di inviarlo via mail all'indirizzo


segreteria@ussiroma.com

unitamente ad una fotografia formato tessera. Una volta ricevuti modulo e fotografia sarà cura della Segreteria di Ussiroma di far avere agli associati la nuova tessera dell’Ussi.

Si invitano gli associati a provvedere con la massima sollecitudine.